Cambia il tuo “vocabolario interno” per raggiungere il successo

3

Vocabolario interno 3Nel post precedente relativo al dialogo interiore ti ho descritto come sia importante porre attenzione alle “parole mentali” che dici a te stesso quando ragioni “tra te e te”.

Sì dai…quando dici a te stesso frasi tipo: “ Farò bene a dare retta a quell’amico?” Oppure: ” Cosa farò se mai perderò il lavoro?” Oppure ancora: ” Mi va sempre male!”

Ebbene hai visto come sostituire alcune parole con altre ti può aiutare ad avere un atteggiamento mentale di successo.

Ma la domanda che ne consegue potrebbe essere spontaneamente la seguente: “Come faccio a individuare le parole che non mi aiutano?”, “Come faccio a capire se una parola mi fa bene o mi fa male?”

Continua a leggere il post e troverai la risposta a tutte queste domande!

Come sai questo blog vuole essere un valido aiuto nell’affrontare alcune difficoltà quotidiane che puoi incontrare, quindi è importante che alla fine tu abbia delle risposte!

Certo…magari dovrai “lavorarci” un pochino per mettere in pratica quello che sto per dirti, però ti assicuro che sarà utile e funzionale.

Purtroppo nella vita nulla è semplice come può apparire.

Riprovaci
Chiaramente non fare un atto di fede nel sottoscritto! Ma prova e riprova a mettere in pratica la strategia suggerita e vedrai che con il tempo individuare e modificare alcune parole che ti danneggiano sarà molto semplice e immediato. 

Poco più in alto ti avevo accennato che il tuo vocabolario, attraverso il quale ti racconti la realtà, è molto importante e allora come mai sono così importanti delle semplice parole?

Innanzitutto, tieni presente, che le parole oltre ad avere un significato specifico nella lingua di riferimento (nel nostro caso l’italiano), hanno anche un significante.

Calma, calma, non sei ritornato a scuola! Ma finalmente il concetto di “significante della parola” ti può tornare utile oltre a essere un concetto che i nostri insegnanti ci hanno fatto studiare tanto tempo fà.

Senza entrare troppo in questioni linguistiche prova a soffermarti su questo primo aspetto:

1. Immagina come molte parole contengano al loro interno un vero e proprio “mondo”. Mondo

Pensa quando dici a te stesso: ”Sbaglierò sempre quella determinata cosa” oppure “Non riuscirò mai a terminare in tempo”.

Banalmente posso dire che sicuramente non ti aiuta; ma se entriamo un po’ di più nello specifico, ti accorgerai di come quelle semplici parole SEMPRE e MAI non ti daranno scampo.

Con queste parole tu assolutizzi la tua incapacità; non ti dai nessun vantaggio e peggio ancora, ti svaluti tantissimo.

E allora come puoi pretendere di avventurarti in progetti nuovi, di attuare una idea o di cambiare lavoro se ti svaluti dall’inizio?

Se non ti aiuti un pochino da solo chi pensi potrà mai valorizzare le tue qualità?
E quindi ecco svelata la grande importanza delle parole.

Pensa che mondo esiste dietro a semplicissime parole come quelle che ti ho presentato come esempio!

Parole come: mai, sempre, tutte le volte, non riesco, non capirò mai, ecc. rappresentano per te un mondo che non ti aiuta e che può solo limitare le tue azioni, la tua creatività e soprattutto la tua voglia di fare.

E’ probabile che tu sia sicuramente convinto che le parole sono solo un accostamento di lettere, invece prova a sentire le emozioni che alcune parole ti provocano.

Accorgiti se senti dei brividi, se senti ansia, dove la percepisci, accorgiti se alcune parole ti fanno provare tristezza, se ti fanno sentire limitato, se ti rendono incapace.
Certo, non sarà così semplice e immediato!

E’ proprio per questo motivo che ti suggerisco di soffermarti sulle emozioni che ti fanno provare.

Solo così puoi accorgerti se una parole ti crea difficoltà o ti limita.

2. Dopo che le hai individuate, prova a trovare dei sinonimi; utilizza tutte le risorse a tua disposizione: internet, vocabolari dei sinonimi, chiedi suggerimenti a parenti e amici, utilizza la tua creatività. 

Parole
Vedrai come sarà semplice sostituire o magari eliminare alcune parole che ti accorgi non essere di aiuto nella tua vita.

Piano piano il tuo vocabolario interno si modificherà a tuo favore e sarai tu stesso a notare la differenza!

Quando questo accadrà avrai la riprova di come è importante accorgerti delle parole che utilizzi e soprattutto quali sono le parole che usi più spesso quando ragioni su te stesso, sul tuo lavoro, sulla tua famiglia, ecc.

Nella mia vita ho spesso cercato di modificare alcune parole che sentivo e che non mi aiutavano e i risultati sono stati strabilianti.

Il nostro dialogo interno è proprio come quando parliamo a un’altra persona, in base alle parole che utilizziamo la persona che abbiamo di fronte può reagire in un modo piuttosto che in un altro.

La stessa cosa accade con te stesso!

Prova a non sottovalutare la potenza che tu stesso hai tra le mani utilizzando il tuo vocabolario a tuo vantaggio!

Non è questione di egoismo, ma anzi…è questione di amor proprio e di sano bene nei tuoi confronti.

3. Certo mi potrai chiedere: “Alberto mi stai dicendo delle cose bellissime che mi motivano molto ma è difficile”.

“Come faccio a ricordarmi ogni volta di utilizzare una parola piuttosto che un’altra?
Dovrai provarci, provarci, provarci e riprovare ancora!

Il segreto per modificare un’abitudine è impegnarsi a provare tante volte, provando tante volte a sostituire, in questo caso, le parole che hai deciso di modificare.
Non ti preoccupare se poi, anche dopo tanto tempo, a volte ti capiterà di usare parole che avevi deciso di abolire dal tuo vocabolario interno, capita! E ricapiterà ancora!
Pensa per quanti anni hai utilizzato quella stessa parola che oggi vuoi sostituire.
Prova a darti la possibilità di ricadere nell’errore; e quando te ne accorgi fai u n bel sorriso e ripeti a te stesso che quella parola non ti aiuta. Sorriso

Questo processo ti porterà a rinforzare il cambiamento!
E quindi a rinforzare te stesso!
“Scivolare” nell’errore è del tutto comune e umano, ma se concepisci l’errore come qualcosa che ti aiuterà a rinforzare il cambiamento sarà molto appagante.
Prova a leggere qualche mio post relativo alla Mindfulness e ti renderai conto di come un atteggiamento più “amorevole” e “gentile” con te stesso è garanzia di successo personale.
Se ti ami un po’ di più anche le parole che utilizzi metteranno in evidenza le tue qualità e non il contrario!
Prova a modificare alcune parole del tuo vocabolario interno (e anche esterno perché no…) e fammi sapere se funziona la nuova strategia :-)

Se hai voglia lasciami pure un commento o chiedimi tutto quello che vuoi via mail, sarò felice di risponderti!

3 commenti

  1. Pingback: Non Sei Mai Il Solo! Guida Introduttiva Al Coming Out | lo psicologo consiglia

  2. paola ballardin on

    Grazie non mi resta che impegnarmi a migliorarmi con semplicità dall’interno. Sei chiarissimo e molto semplice. La semplicità e’ un grande talento. Grazie

    • lopsicologoconsiglia on

      Gentile Paola grazie per il bel commento…e soprattutto scusa il ritardo nella risposta :-)
      Quando ti dai la possibilità di un miglioramento personale la cui voglia nasce da te è il punto di partenza più positivo e funzionale.
      Farai un ottimo lavoro!
      Sono disponibile a rispondere a qualsiasi tuo dubbio.
      Ciaoooo
      Alberto

Lascia un commento

*